Informativa in materia di bail-in
(In vigore dal 1 gennaio 2016)

La nuova normativa europea sulle crisi bancarie, che è effettiva dal 1 gennaio 2016 e che comprende anche il "Bail-in", rende opportuno valutare attentamente la banca a cui affidare i propri risparmi.

Applicare il "Bail-in" significa che, in caso di crisi della banca, i suoi azionisti e creditori possono essere coinvolti per assorbirne le perdite, evitando così che il costo del salvataggio gravi sullo Stato, quindi sui contribuenti. Anche famiglie e imprese che depositano i propri risparmi presso una banca sono creditori e possono essere interessati, seguendo una gerarchia precisa: chi possiede strumenti finanziari più rischiosi sostiene prima di altri le eventuali perdite o la conversione in azioni.

In primo luogo si sacrificano gli interessi dei "proprietari" della banca, ossia gli azionisti, riducendo o azzerando il valore delle loro azioni. Solo dopo aver esaurito le risorse della categoria più rischiosa si passa alla categoria successiva, proseguendo con gli altri creditori.

Non possono essere assoggettati a "Bail-in" i depositi fino a 100.000 euro, in quanto tutelati dal Fondo di garanzia dei depositi. Sono salvaguardati anche gli investimenti in fondi, sicav, prodotti finanziari-assicurativi.

Pertanto, alla luce della suddetta nuova normativa europea, scegliere la banca a cui affidare i propri risparmi risulta oggi ancora più importante. Non tutte le banche sono uguali e, prima di effettuare una scelta, è indispensabile svolgere alcuni confronti.

Di seguito, Le ricordiamo alcune informazioni essenziali su Banca Sistema, che – nata nel 2011 quale istituto specializzato nell'acquisto di crediti commerciali vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione – si è inserita in un particolare segmento dello scenario finanziario italiano volto a garantire, principalmente attraverso i servizi di factoring, gestione e recupero del credito, liquidità alle imprese fornitrici della P.A. La maggior parte della propria esposizione creditizia è, pertanto, nei confronti della Pubblica Amministrazione Italiana.

Banca Sistema, quotata sul segmento STAR della Borsa Italiana, risulta tra le migliori banche italiane per patrimonializzazione; in grado di resistere meglio in un ipotetico scenario di crisi.

I coefficienti patrimoniali di Banca Sistema al 30 settembre 2017* risultano rispettivamente:

  • CET1 pari al 12,4%;
  • TIER1 pari al 13,2%;
  • Total Capital Ratio pari al 16,1%.

(*) calcolati includendo nei fondi propri anche l'utile maturato nel secondo trimestre.

Si fa inoltre presente che, in conformità con quanto previsto dall'EBA (European Banking Authority), secondo le "Guidelines on common SREP (Supervisory Review and Evaluation Process)", la Banca d'Italia – con lettera del 5 gennaio 2018 – ha richiesto il mantenimento dei seguenti requisiti minimi a partire dal 1 gennaio 2018:

  • coefficiente di capitale primario di classe 1 (CET1 ratio) pari al 7,125%;
  • coefficiente di capitale di classe 1 (TIER1 ratio) pari al 8,875%;
  • coefficiente di capitale totale (Total capital ratio) pari al 11,225%.

Per completezza e per maggiori chiarimenti sul "Bail-in", può consultare il documento pubblicato da Banca d'Italia (clicca qui) e la guida realizzata da ABI in collaborazione con dodici associazioni dei consumatori, la Fondazione per l'Educazione Finanziaria e al Risparmio e la Federazione delle Banche, delle Assicurazioni e della Finanza (clicca qui).

Banca Sistema resta in ogni momento a Sua disposizione per fornire ulteriori informazioni in merito al "Bail-in" attraverso il proprio Servizio Clienti, 800 691 629, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.00, o le proprie filiali di Milano, Pisa e Roma.

Le nostre filiali di Milano, Pisa e Roma sono aperte dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 17.30.