CASABARATA

Thomas Berra
Dal 16 aprile 2014 al 16 luglio 2014
Gallery Banca Sistema Arte
Gallery
Download catalogo Banca Sistema Arte
Download Catalogo
Leggi un'intervista a Thomas Berra

C'è sempre stato un buon motivo per andare a Tangeri. Jean Genet, Paul Morand, Mohammed Choukri, Tennessee Williams, Allen Ginsberg, Byron Gysin, William Burroughs, Pierre Loti, Edgar Degas, Henri Matisse... lo hanno avuto. Chi per vivere un amore, spesso proibito. Chi per sfuggire alla legge. Chi per cercare un altrove dove nascondersi o dove affrancarsi da obblighi insostenibili. Chi per cercare le parole necessarie a una poesia o a un romanzo. Chi per dare nuova luce ai colori. Chi per perdersi, semplicemente. O chi, come Thomas Berra, che è andato a Tangeri "per prendere una linea e fare una passeggiata" (Paul Klee). Per vagare, cioè, senza meta in un foglio di carta. E senza limiti.

A Tangeri, le linee di Thomas non hanno tracciato confini, né segnato percorsi obbligati. Come fuochi fatui hanno illuminato apparizioni improvvise e hanno impressionato sulla carta sogni divenuti segni.

A Tangeri, Thomas ha costruito un labirinto segreto in cui lui ha passeggiato leggero e sicuro. E, incuranti di uscire, a noi fa piacere perdersi al suo interno.

Michele Bonuomo

NOTA BIOGRAFICA

Thomas Berra (Desio, 1986). Sul suo percorso diverse mostre e collaborazioni: Liberarea, la prima personale a Milano nel 2005; una collettiva a Parigi presso la Galerie Marie-Claude Goinard nel 2006; un duetto con l'artista Enrico Manera presso la galleria milanese Ars Italica nel 2007, anno in cui partecipa al Treno dell'Arte. Sempre nel 2007 Cow Parade sceglie una sua mucca con figure in bianco e nero per l'Arco della Pace di Milano. Nel 2008 espone in una personale a Villa Litta a Milano, e in mostre collettive come il Premio Italian Factory presso la Fabbrica del Vapore di Milano o Vuoti a rendere presso Art Due Gallery. Espone in Cina, a Shanghai, con Masters of Brera. Il 2008 è anche l'anno di Sold Out, una collettiva di giovani artisti, esordienti e non, ideata dall'artista stesso, all'interno di un ex supermercato in disuso nei pressi di Limbiate. Nel 2009 due performance insieme a Paul Kostaby; espone a Taormina presso la Fondazione Mazzullo e con il gruppo the Bag Art Factory, di cui faceva parte. Sempre nel 2009 partecipa alla prima edizione di Step09, esperienza che ripete l'anno successivo presso il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano. Nel 2010 partecipa come relatore alla conferenza Art Attack: come l'arte invade il mondo della comunicazione, al circolo della Stampa di Milano, insieme a Valerio Berruti e Bros; espone a Villa Durazzo di Santa Margherita Ligure in una personale. Nella primavera del 2011 partecipa alla prima edizione di Arte Accessibile a Milano e agli inizi di ottobre organizza una collettiva dal titolo EX, presso la ex Chiesa di San Carlo dei Barnabiti a Firenze. CIAO, febbraio 2012, prima personale che segna l'inizio di un percorso con Room Galleria di Milano; nel marzo 2012 presenta dei lavori al MiArt, con Room Galleria. Crises & Rises, ottobre 2012: 5 pittori italiani a cura di Rossella Farinotti presso la galleria dell'Istituto francese a Palazzo delle Stelline a Milano. Nel 2013 vince il premio Unicredit e realizza una mostra personale presso Superstudio Più di Milano, a seguito di un concorso nella città di Roma, Contemporary times. Alla ricerca del tempo perso e guadagnato. Apre il suo studio come luogo espositivo, dal nome LabRouge, per progetti sperimentali di giovani artisti e designer. Nell'aprile del 2013 I'll be your mirror, personale presso Wilson Project, Sassari. Nel Giugno 2013, Lost Shelf, bipersonale con la scultrice polacca Monika Grycko, presso la galleria Bianca Maria Rizzi e Matthias Ritter. Nell'ottobre 2013 è in residenza a Tangeri presso lo spazio Tabadoul dove ha realizzato una mostra, dicembre 2013, con un altro artista italiano residente nella città marocchina, Matteo Zinesi, dal titolo 2 e mezzo. Corrispondenze d'innumerevoli sensi. Dal 2012 Thomas porta avanti il progetto editoriale Subculture fanzine in collaborazione con Altavia Italia.

Visita il sito web di Thomas Berra