INTRO(PRO)SPETTIVE

Roberto Mercoldi
Dal 18 settembre 2011 al 18 febbraio 2012
Gallery Banca Sistema Arte
Gallery
Download catalogo Banca Sistema Arte
Download Catalogo

Esprimere l'attualità in trasformazione. Questo fa Roberto Mercoldi nella sua analisi della città, come luogo e dimensione di chi la vive.

Nella città si imprime il mutare del tempo sotto forma di storie e di architetture; in essa convivono il passato, il presente e il futuro.<br>L'artista possiede una cultura professionale dell'architettura che gli permette di organizzare con maestria i volumi nello spazio. Le architetture di Roberto Mercoldi offrono pareti sulle quali non c'è appiglio o riposo. Le sue visioni, che escludono il dettaglio delle figure umane, descrivono un universo di forme che, visto dal fondo, chiuderebbe lo spettatore in una morsa.

Roberto Mercoldi ha trovato, nel precipizio, la sua metafora del movimento, richiamata dallo sventolio dei drappi. A questa sua cultura di partenza, va aggiunta anche un'attitudine "apocalittica" dell'attualità, in cui vive la suggestione per un'imminente crisi della civiltà, con la città diventa un contenitore alienato.

NOTA BIOGRAFICA

Roberto Mercoldi nasce a Roma nel 1983. Si forma presso la bottega del pittore Francesco Sgarano e frequenta numerosi corsi di perfezionamento nelle tecniche del disegno. Studia Architettura presso l'Università "La Sapienza" di Roma, dove diventa assistente nel Laboratorio di Progettazione Urbanistica. Collabora con studi professionali nel campo dell'interior design, della progettazione architettonica e urbanistica. Realizza, a partire dalle opere pittoriche, textures artistiche per l'industrial design. Ha partecipato a svariate rassegne d'arte e a mostre collettive.