FILIALI

In linea con le disposizioni ministeriali e a tutela della salute di tutti i Clienti, l'accesso in filiale è consentito solo per operazioni strettamente necessarie e previo appuntamento, che può essere preso telefonando al numero verde 800 691 629, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 18.00.

Gli aggiornamenti degli orari e dei giorni di apertura delle filiali sono disponibili al seguente link bancasistema.it/contatti

Al fine di tutelare la salute dei Clienti e del personale:

  • la permanenza all'interno delle filiali è consentita solo ed esclusivamente per il tempo necessario allo svolgimento delle operazioni bancarie;
  • è necessario osservare la distanza minima di 1 metro tra persone.

Invitiamo tutti coloro che presentino sintomi influenzali di qualsiasi tipo e/o che abbiano una temperatura superiore a 37.5° a non accedere agli sportelli.

Il servizio di Mobile e Home Banking resta attivo tutti i giorni, 24 ore su 24.

MATERIA FISCALE E CONTRIBUTIVA

Di seguito sono elencate alcune delle principali disposizioni introdotte dal Governo in merito ai versamenti fiscali e contributivi entrate in vigore con il Decreto Cura Italia, il Decreto Liquidità, e con il successivo Decreto Rilancio:

  • Sospensione versamenti: sono sospesi fino al 16 settembre 2020 i versamenti relativi alle ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, alle trattenute relative all'addizionale regionale e comunale, all'imposta sul valore aggiunto e ai contributi previdenziali e assistenziali, nonché ai premi per l'assicurazione obbligatoria, a favore dei soggetti esercenti attività d'impresa, arte o professione e degli enti non commerciali. Tali versamenti vengono effettuati in unica soluzione entro il 16 settembre 2020 ovvero al massimo in quattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 settembre 2020;
  • Sospensione dei termini per le attività di riscossione di Agenzia delle Entrate Riscossione: si differisce al 31 agosto il termine finale di sospensione delle attività di notifica di nuove cartelle di pagamento e degli altri atti di riscossione;
  • Rinvio al 1° gennaio 2021 della precompilata IVA: conseguenza della proroga per la trasmissione telematica dei corrispettivi;
  • Processo tributario telematico: per agevolare la digitalizzazione anche degli atti giudiziari la cui controversia è stata avviata dalle parti con modalità cartacee, gli enti impositori, gli agenti della riscossione e le parti assistite da un difensore abilitato che si sono costituite in giudizio con modalità analogiche, sono tenute a notificare e depositare gli atti successivi, nonché i provvedimenti giurisdizionali, esclusivamente con le modalità telematiche;
  • Spostamento dal 23 luglio al 30 settembre 2020 della scadenza per l'invio del Modulo 730 precompilato.

Per approfondimenti e per prendere visione di tutti gli interventi introdotti dal Governo, è possibile consultare il sito ufficiale del Ministero dell'Economia e delle Finanze www.mef.gov.it/covid-19/Sospensione-dei-versamenti-fiscali-e-contributivi.

TITOLI DI CREDITO

Il Decreto Liquidità intervenuto significativamente anche in materia di titoli di credito, indicando, in particolare, che i termini di scadenza ricadenti o decorrenti nel periodo dal 9 marzo 2020 al 31 agosto 2020, relativi a vaglia cambiari, cambiali e altri titoli di credito emessi prima della data di entrata in vigore del Decreto Liquidità, e ad ogni altro atto avente efficacia esecutiva a quella stessa data, siano sospesi per lo stesso periodo. La sospensione è valida anche per gli assegni bancari e postali a favore però dei beneficiari. Fermo restando, dunque, che l'assegno presentato al pagamento durante il periodo di sospensione è comunque pagabile nel giorno di presentazione, a condizione che vi siano fondi disponibili sul conto del soggetto traente l'assegno; tuttavia, nell'ipotesi di difetto di provvista, varrà anche per il traente la sospensione della presentazione con conseguente temporanea inapplicabilità del protesto e della disciplina sanzionatoria dell'assegno. In tale contesto è inoltre sospeso il termine di 60 giorni per l'esecuzione del pagamento tardivo dell'assegno.

CANALE DIRETTO BANCA D'ITALIA PER SUPPORTO AI CITTADINI

Dal 27 aprile 2020 è attivo il nuovo canale dedicato ai cittadini per informazioni sulle misure governative legate all'emergenza Covid-19 in ambito bancario e finanziario, raggiungibile al numero verde della Banca d'Italia 800 196969. Per ulteriori dettagli ed informazioni è consultabile il seguente link www.bancaditalia.it/media/notizia/nuovo-canale-dedicato-ai-cittadini-per-informazioni-sulle-misure-governative-legate-all-emergenza-covid-19-in-ambito-bancario-e-finanziario/?com.dotmarketing.htmlpage.language=102&pk_campaign=EmailAlertBdi&pk_kwd=it

BANCA SISTEMA ACCANTO AI SUOI CLIENTI

Per le Micro, Piccole e Medie Imprese
  • Moratoria
    Le micro, piccole e medie imprese (PMI) beneficiano di una moratoria su un volume complessivo di prestiti stimato in circa 220 miliardi di euro. Vengono congelati fino al 30 settembre 2020, per clienti che ne abbiano fatto richiesta, i rientri dalle anticipazioni concesse e le rate di prestiti in scadenza.
    Per saperne di più clicca qui, oppure invia una mail a info@bancasistema.it o telefona al numero +39 02 802801

  • Prestiti garantiti dal Fondo di garanzia per le PMI

    Banca Sistema ha deciso di supportare i suoi clienti mediante l'erogazione di prestiti garantiti dal Fondo di Garanzia per le PMI (istituito con legge 23.12.1996, n. 662) il cui funzionamento, in considerazione della difficoltà economica causata dall'emergenza Covid -19, subisce delle modifiche con effetto temporaneo fino al 31 dicembre 2020. Il Decreto prevede l'intervento diretto del Fondo Centrale di Garanzia con garanzia pubblica del 100% per i finanziamenti fino a 30mila euro. Tra i 30mila euro e i 5,5 milioni di euro la garanzia scende al 90% (le imprese che richiedono un finanziamento compreso tra 30mila e 800mila euro e hanno un fatturato fino a 3,2 milioni di euro, possono richiedere l'estensione della garanzia al 100% con l'intervento di Confidi).

    L'intervento del Fondo di Garanzia per le PMI nell'ambito di tale iniziativa di sostegno economico è gratuito.

    Tra le condizioni alle quali è possibile accedere al prestito garantito dal Fondo di Garanzia, vi sono le seguenti:

    • Essere già cliente di Banca Sistema;
    • Avere sede legale in Italia;
    • Essere classificati come microimpresa o piccola e media impresa, come definite dalla Raccomandazione della Commissione Europea n. 2003/361/CE del 6 maggio 2003, ovvero possono essere garantiti i professionisti iscritti agli ordini professionali o aderenti ad associazioni professionali iscritte all'apposito elenco del Ministero dello Sviluppo Economico;
    • Aver subìto in via temporanea carenze di liquidità a causa della diffusione dell'epidemia Covid–19;
    • Non aver ricevuto aiuti di Stato dichiarati illegittimi e non ancora rimborsati (cd. dichiarazione "Deggendorf") o, in caso contrario, aver ricevuto i predetti aiuti per l'importo dovuto e non rimborsato indicato nella Proposta di Apertura (maggiorato degli interessi maturati fino alla data di presentazione della stessa);
    • Non aver subito provvedimenti giudiziari che applicano le sanzioni amministrative di cui al decreto legislativo 8 giugno 2001, n.231, articolo 9, comma 2, lettera d).

    Per conoscere in modo completo ed esaustivo i requisiti di ammissibilità occorre far riferimento al Decreto Legge 18/2020 e al successivo D.L. 23/2020; maggiori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale del Fondo di Garanzia raggiungibile all'indirizzo www.fondidigaranzia.it

    Per conoscere le diverse opportunità che Banca Sistema riserva ai suoi clienti, e per richiedere l'accesso al prodotto, è necessario inviare una e-mail a business@bancasistema.it o telefonare al numero verde 800 691 629.

    Scarica il modulo di apertura rapporto per richiedere un prestito garantito dal Fondo di Garanzia.

Per tutte le imprese e società
  • Prestiti garantiti da SACE S.p.A.

    Per le imprese e per le società, indipendentemente dalla dimensione, dal settore di attività e dalla forma giuridica, SACE S.p.A. concede garanzie in favore di banche e altre istituzioni finanziarie per nuovi finanziamenti erogati alle imprese stesse, ai sensi del D.L. 8 aprile 2020 n. 23 convertito, con modificazioni, dalla Legge 5 giugno 2020, n. 40 (il "Decreto").

    Banca Sistema ha deciso di aderire all'iniziativa e di offrire prestiti garantiti SACE alla sua clientela.

    Le condizioni di base per poter accedere a tale finanziamento sono le seguenti:

    • Essere già cliente di Banca Sistema;
    • Avere sede legale in Italia;
    • Essere un'impresa che non si trovava in una situazione di difficoltà al 31 dicembre 2019 ma che ha affrontato o che si è trovata in una situazione di difficoltà a seguito dell'epidemia di Covid-19;
    • Aver già utilizzato il Fondo Centrale di Garanzia fino a completa capienza, limitatamente alle PMI.

    Per le condizioni complete si rimanda al Decreto, visualizzabile a questo link.

    L'importo massimo finanziabile è pari al valore più alto tra il 25% del fatturato annuo di Gruppo in Italia per il 2019 oppure il doppio del costo annuale del personale di Gruppo in Italia per il 2019. La durata del finanziamento non potrà essere superiore a 6 anni con la possibilità per le imprese di avvalersi di un preammortamento di durata fino a 36 mesi.

    Il Finanziamento coperto dalla Garanzia SACE deve essere destinato a: (i) investimenti, (ii) costi del personale, (iii) costi dei canoni di locazione o di affitto di ramo d'azienda, o (iv) capitale circolante, esclusivamente per stabilimenti produttivi e attività imprenditoriali localizzati in Italia (ad esclusione di acquisizioni di partecipazioni sociali) e a condizione che l'impresa beneficiaria si impegni a mantenere in Italia la parte sostanziale della produzione.

    Il valore della garanzia varia in funzione del numero dei dipendenti e del volume di fatturato:

    • Imprese con meno di 5.000 dipendenti in Italia e valore del fatturato inferiore a 1,5 miliardi di euro: garanzia che copre il 90% del finanziamento;
    • Imprese con più di 5.000 dipendenti in Italia o valore del fatturato tra 1,5 e 5 miliardi di euro: garanzia che copre l'80% del finanziamento;
    • Imprese con valore del fatturato superiore a 5 miliardi di euro: garanzia che copre il 70% del finanziamento.

    Il costo della garanzia SACE stabilito dal Decreto in rapporto alla percentuale garantita è pari a:

    • Per le PMI, 25 punti base per il primo anno, 50 punti base per il secondo e terzo anno, 100 punti base per il quarto, quinto e sesto anno;
    • Per le altre Imprese, 50 punti base per il primo anno, 100 punti base per il secondo e terzo anno, 200 punti base per il quarto, quinto e sesto anno.

    Maggiori informazioni sono disponibili al sito ufficiale SACE raggiungibile all'indirizzo www.sacesimest.it/coronavirus/garanzia-italia/imprese. Per far richiesta di accesso al prodotto, è possibile inviare una e-mail a business@bancasistema.it oppure telefonare al numero 800 691 629.

    Scarica il modulo di apertura rapporto per richiedere un prestito garantito SACE

Per tutti i Clienti
  • Assistenza telefonica dedicata
    La Banca ha deciso di potenziare il servizio di assistenza telefonica, disponibile al numero 800 691 629, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 18.00. I nostri operatori assisteranno tempestivamente ed in maniera esaustiva tutti i clienti, affinché siano correttamente informati sullo scenario attuale e possano prendere scelte consapevoli e coerenti con le loro esigenze.

COMUNICAZIONI IN FORMATO DIGITALE

Nell'ambito dell'attuale emergenza sanitaria, è stato incentivato l'invio delle comunicazioni in formato digitale, in quanto la corrispondenza in formato cartaceo potrebbe subire ritardi nella consegna.
Il cliente persona fisica potrà fruire di tutte le comunicazioni in formato digitale inviando una e-mail all'indirizzo filiali@bancasistema.it ed indicando:

  • nome e cognome dell'intestatario
  • numero di conto
  • indirizzo e-mail a cui ricevere le comunicazioni

È inoltre necessario allegare il seguente modulo compilato e firmato.

In caso di persona giuridica è possibile scrivere a business@bancasistema.it indicando:

  • ragione sociale della Società intestataria del conto
  • nome e cognome titolare effettivo
  • nome e cognome del legale rappresentante
  • numero di conto
  • indirizzo e-mail a cui ricevere le comunicazioni

Ed allegando il modulo seguente

DOMANDE E RISPOSTE FREQUENTI

  • Ministero dell'Economia e delle Finanze
    Al seguente link www.mef.gov.it/covid-19/faq.html è possibile consultare le risposte predisposte dal Ministero dell'Economia e delle Finanze alle domande più frequenti in merito ai provvedimenti economici assunti dal Governo per contrastare l'emergenza derivante dall'epidemia COVID-19.
  • Centrale Rischi
    Al link seguente www.bancaditalia.it/media/approfondimenti/2020/domande-centrale-rischi/index.html sono raccolte, anche in relazione all'accesso alle misure di sostegno alla liquidità adottate dal Governo, le risposte alle domande più frequenti sulla Centrale dei Rischi di Banca d'Italia relative all'attuale periodo di emergenza sanitaria.