FILIALI

In linea con le disposizioni ministeriali e a tutela della salute di tutti i clienti, l'accesso in filiale è consentito solo per operazioni strettamente necessarie e previo appuntamento, che può essere preso telefonando al numero verde 800 691 629, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 18.00.

Gli aggiornamenti degli orari e dei giorni di apertura delle filiali sono disponibili al seguente link bancasistema.it/contatti

Al fine di tutelare la salute dei clienti e del personale:

  • la permanenza all'interno delle filiali è consentita solo ed esclusivamente per il tempo necessario allo svolgimento delle operazioni bancarie;
  • è necessario osservare la distanza minima di 1 metro tra persone.

Invitiamo tutti coloro che presentino sintomi influenzali di qualsiasi tipo e/o che abbiano una temperatura superiore a 37.5° a non accedere agli sportelli.

Il servizio di Mobile e Home Banking resta attivo tutti i giorni, 24 ore su 24.

TITOLI DI CREDITO

L'art. 1, comma 207 della Legge 30 dicembre 2020, n. 178 (cd. Legge di Bilancio) ha prorogato fino al 31 gennaio 2021 la sospensione dei termini di scadenza dei titoli che ricadono o decorrono nel periodo dal 1° settembre 2020 al 31 gennaio 2021. La norma ha inoltre precisato che i protesti o le constatazioni equivalenti già levati nel predetto periodo sono cancellati d'ufficio. Per effetto della sospensione dei termini, il decorso dei predetti termini ricomincerà a decorrere per i residui giorni mancanti a partire dal 1° febbraio 2021.

CANALE DIRETTO BANCA D'ITALIA PER SUPPORTO AI CITTADINI

Dal 27 aprile 2020 è attivo il nuovo canale dedicato ai cittadini per informazioni sulle misure governative legate all'emergenza Covid-19 in ambito bancario e finanziario, raggiungibile al numero verde della Banca d'Italia 800 196 969. Per ulteriori dettagli ed informazioni è consultabile il seguente link www.bancaditalia.it/media/notizia/nuovo-canale-dedicato-ai-cittadini-per-informazioni-sulle-misure-governative-legate-all-emergenza-covid-19-in-ambito-bancario-e-finanziario/?com.dotmarketing.htmlpage.language=102&pk_campaign=EmailAlertBdi&pk_kwd=it

BANCA SISTEMA ACCANTO AI SUOI CLIENTI

Per le Micro, Piccole e Medie Imprese
  • Moratoria
    Le micro, piccole e medie imprese (PMI) beneficiano di una moratoria straordinaria introdotta dall'articolo 56, comma 2, del decreto Cura Italia, già prorogata dal decreto Agosto, in quanto vengono congelati, per clienti che ne abbiano fatto richiesta, i rientri dalle anticipazioni concesse e le rate di prestiti in scadenza.

    La Legge 30 dicembre 2020, n. 178 (cd. Legge di Bilancio) ha previsto la proroga fino al 30 giugno 2021 del periodo di moratoria nei seguenti termini:

    • Per le imprese già ammesse alle misure di sostegno alla data del 1° gennaio 2021, la proroga della moratoria opera automaticamente fino al 30 giugno 2021 senza alcuna formalità, salva l'ipotesi di rinuncia espressa da parte dell'impresa beneficiaria, da far pervenire alla Banca entro il termine del 31 gennaio 2021. Pertanto, qualora l'impresa intenda rinunciare all'estensione della moratoria è tenuta a comunicarlo alla Banca entro il termine di legge del 31 gennaio 2021; in assenza di tale comunicazione, la proroga della moratoria opera automaticamente.
    • Per le imprese del comparto turistico (di cui all'articolo 77, comma 2, del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126), valgono le medesime regole riportate sopra con la sola differenza che il termine per comunicare alla Banca la rinuncia all'estensione della moratoria è il 31 marzo 2021; in assenza di tale comunicazione, la proroga della moratoria opera automaticamente.

    Per saperne di più clicca qui, oppure invia una mail a info@bancasistema.it o telefona al numero +39 02 802801

  • Prestiti garantiti dal Fondo di garanzia per le PMI

    Banca Sistema ha deciso di supportare i propri clienti mediante l'erogazione di prestiti garantiti dal Fondo di Garanzia per le PMI (istituito con la legge 23.12.1996, n. 662) il cui funzionamento, in considerazione della difficoltà economica causata dall'emergenza Covid-19, subisce delle modifiche con effetto temporaneo fino al 30 giugno 2021.

    La Legge 30 dicembre 2020, n. 178 (cd. Legge di Bilancio) ha confermato i finanziamenti fino a 5 milioni di euro per imprese fino a 499 dipendenti. Per le imprese da 250 e fino a 499 dipendenti i prestiti garantiti dal Fondo di Garanzia per le PMI sarà usufruibile solo fino al 28 febbraio 2021; a partire da questa data tali imprese potranno accedere ai prestiti garantiti da SACE S.p.A. (si veda la sezione sotto).

    L'intervento del Fondo di Garanzia per le PMI nell'ambito di tale iniziativa di sostegno economico è gratuito.

    Tra le condizioni alle quali è possibile accedere al prestito garantito dal Fondo di Garanzia, vi sono le seguenti:

    • Essere già cliente di Banca Sistema;
    • Avere sede legale in Italia;
    • Essere classificati come microimpresa o piccola e media impresa, come definite dalla Raccomandazione della Commissione Europea n. 2003/361/CE del 6 maggio 2003, ovvero possono essere garantiti i professionisti iscritti agli ordini professionali o aderenti ad associazioni professionali iscritte all'apposito elenco del Ministero dello Sviluppo Economico;
    • Aver subìto in via temporanea carenze di liquidità a causa della diffusione dell'epidemia Covid–19;
    • Non aver ricevuto aiuti di Stato dichiarati illegittimi e non ancora rimborsati (cd. dichiarazione "Deggendorf") o, in caso contrario, aver ricevuto i predetti aiuti per l'importo dovuto e non rimborsato indicato nella Proposta di Apertura (maggiorato degli interessi maturati fino alla data di presentazione della stessa);
    • Non aver subito provvedimenti giudiziari che applicano le sanzioni amministrative di cui al decreto legislativo 8 giugno 2001, n.231, articolo 9, comma 2, lettera d).

    Maggiori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale del Fondo di Garanzia raggiungibile all'indirizzo www.fondidigaranzia.it

    Per conoscere le diverse opportunità che Banca Sistema riserva ai suoi clienti, e per richiedere l'accesso al prodotto, è necessario inviare una e-mail a business@bancasistema.it o telefonare al numero verde 800 691 629.

    Scarica il modulo di apertura rapporto per richiedere un prestito garantito dal Fondo di Garanzia.

Per tutte le imprese e società
  • Prestiti garantiti da SACE S.p.A.

    Per le imprese e per le società, indipendentemente dalla dimensione, dal settore di attività e dalla forma giuridica, SACE S.p.A. concede garanzie in favore di banche e altre istituzioni finanziarie per nuovi finanziamenti erogati alle imprese stesse.

    Banca Sistema ha deciso di aderire all'iniziativa e di offrire prestiti garantiti SACE alla sua clientela.

    Le condizioni di base per poter accedere a tale finanziamento sono le seguenti:

    • Essere già cliente di Banca Sistema;
    • Avere sede legale in Italia;
    • Essere un'impresa che non si trovava in una situazione di difficoltà al 31 dicembre 2019 ma che ha affrontato o che si è trovata in una situazione di difficoltà a seguito dell'epidemia di Covid-19;
    • Aver già utilizzato il Fondo Centrale di Garanzia fino a completa capienza, limitatamente alle PMI.

    Per le condizioni complete si rimanda al Decreto, visualizzabile a questo link.

    L'importo massimo finanziabile è pari al valore più alto tra il 25% del fatturato annuo di Gruppo in Italia per il 2019 oppure il doppio del costo annuale del personale di Gruppo in Italia per il 2019. La durata del finanziamento non potrà essere superiore a 6 anni con la possibilità per le imprese di avvalersi di un preammortamento di durata fino a 36 mesi.

    Il finanziamento coperto dalla garanzia SACE deve essere destinato a: (i) investimenti, (ii) costi del personale, (iii) costi dei canoni di locazione o di affitto di ramo d'azienda, o (iv) capitale circolante, esclusivamente per stabilimenti produttivi e attività imprenditoriali localizzati in Italia (ad esclusione di acquisizioni di partecipazioni sociali) e a condizione che l'impresa beneficiaria si impegni a mantenere in Italia la parte sostanziale della produzione. La Legge 30 dicembre 2020, n. 178 (cd. Legge di Bilancio) ha inoltre esteso l'ambito di operatività della garanzia a fronte di operazioni di rinegoziazione del debito accordato in essere purché il nuovo finanziamento preveda l'erogazione di liquidità aggiuntiva in misura pari ad almeno il 25% dell'importo del finanziamento oggetto di rinegoziazione e a condizione che il rilascio della garanzia sia idoneo a determinare un minor costo o una maggior durata del finanziamento rispetto a quello oggetto di rinegoziazione.

    Il valore della garanzia varia in funzione del numero dei dipendenti e del volume di fatturato:

    • Imprese con meno di 5.000 dipendenti in Italia e valore del fatturato inferiore a 1,5 miliardi di euro: garanzia che copre il 90% del finanziamento;
    • Imprese con più di 5.000 dipendenti in Italia o valore del fatturato tra 1,5 e 5 miliardi di euro: garanzia che copre l'80% del finanziamento;
    • Imprese con valore del fatturato superiore a 5 miliardi di euro: garanzia che copre il 70% del finanziamento.

    Il costo della garanzia SACE stabilito in rapporto alla percentuale garantita è pari a:

    • Per le PMI, 25 punti base per il primo anno, 50 punti base per il secondo e terzo anno, 100 punti base per il quarto, quinto e sesto anno;
    • Per le altre Imprese, 50 punti base per il primo anno, 100 punti base per il secondo e terzo anno, 200 punti base per il quarto, quinto e sesto anno.

    Maggiori informazioni sono disponibili al sito ufficiale SACE raggiungibile all'indirizzo www.sacesimest.it/coronavirus/garanzia-italia/imprese. Per far richiesta di accesso al prodotto, è possibile inviare una e-mail a business@bancasistema.it oppure telefonare al numero 800 691 629.

    Scarica il modulo di apertura rapporto per richiedere un prestito garantito SACE

Per tutti i clienti
  • Assistenza telefonica dedicata
    La Banca ha deciso di potenziare il servizio di assistenza telefonica, disponibile al numero 800 691 629, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 18.00. I nostri operatori assisteranno tempestivamente ed in maniera esaustiva tutti i clienti, affinché siano correttamente informati sullo scenario attuale e possano prendere scelte consapevoli e coerenti con le loro esigenze.

COMUNICAZIONI IN FORMATO DIGITALE

Nell'ambito dell'attuale emergenza sanitaria, è stato incentivato l'invio delle comunicazioni in formato digitale, in quanto la corrispondenza in formato cartaceo potrebbe subire ritardi nella consegna.
Il cliente persona fisica potrà fruire di tutte le comunicazioni in formato digitale inviando una e-mail all'indirizzo filiali@bancasistema.it ed indicando:

  • nome e cognome dell'intestatario
  • numero di conto
  • indirizzo e-mail a cui ricevere le comunicazioni

È inoltre necessario allegare il seguente modulo compilato e firmato.

In caso di persona giuridica è possibile scrivere a business@bancasistema.it indicando:

  • ragione sociale della Società intestataria del conto
  • nome e cognome titolare effettivo
  • nome e cognome del legale rappresentante
  • numero di conto
  • indirizzo e-mail a cui ricevere le comunicazioni

Ed allegando il modulo seguente

ALTRE INTRODUZIONI

  • Incentivi pagamenti elettronici (cashback): è stato previsto un rimborso in denaro a favore delle persone fisiche, residenti in Italia, che effettuano acquisti (fuori dall'esercizio di attività di impresa, arte o professione) con strumenti di pagamento elettronici.
  • Deducibilità e detraibilità donazioni Covid-19: la deducibilità delle donazioni effettuate dalle imprese viene estesa a quelle a sostegno delle misure di contrasto all'emergenza epidemiologica. Viene poi prevista una detrazione del 30% per le donazioni effettuate dalle persone fisiche e dagli enti non commerciali, con un limite al beneficio di 30 mila euro. Rientrano tra le erogazioni liberali che beneficiano degli incentivi le donazioni, in denaro e in natura, effettuate dalle persone fisiche, dagli enti non commerciali e dai soggetti titolari di reddito d'impresa a sostegno delle misure di contrasto all'emergenza da Covid-19, ed effettuate a favore dello Stato, delle Regioni, degli enti locali territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, compresi gli enti religiosi. Le donazioni di beni per il contrasto dell'emergenza epidemiologica si considerano effettuate nell'esercizio d'impresa, arti e professione, al fine di mantenere il diritto alla detrazione dell'IVA.

Per approfondimenti e per prendere visione di tutti gli interventi introdotti dal Governo, è possibile consultare il sito ufficiale del Ministero dell'Economia e delle Finanze, disponibile al link www.mef.gov.it/covid-19/Le-principali-misure-fiscali-adottate-dal-Governo.

DOMANDE E RISPOSTE FREQUENTI

  • Ministero dell'Economia e delle Finanze
    Al seguente link www.mef.gov.it/covid-19/faq.html è possibile consultare le risposte predisposte dal Ministero dell'Economia e delle Finanze alle domande più frequenti in merito ai provvedimenti economici assunti dal Governo per contrastare l'emergenza derivante dall'epidemia COVID-19.
  • Centrale Rischi
    Al link seguente www.bancaditalia.it/media/approfondimenti/2020/domande-centrale-rischi/index.html sono raccolte, anche in relazione all'accesso alle misure di sostegno alla liquidità adottate dal Governo, le risposte alle domande più frequenti sulla Centrale dei Rischi di Banca d'Italia relative all'attuale periodo di emergenza sanitaria.